Triennale

CFU 1

UNITÀ 15

Scrittura autobiografica

Contenuti

Scrivere è un’attività che richiede un pensiero lento, capace di cristallizzare eventi, emozioni, sensazione e pensieri che spesso la mente lascia sfuggire.

Il modulo sulle tecniche autobiografiche è un percorso esperienziale che vuole stimolare lo studente a ritagliarsi un momento personale e scoprire come può sviluppare idee su se stesso e tradurle in uno scritto e poi avere dei criteri che portino ad una maggiore autoconoscenza.

Lo strumento principale che sarà proposto è l’Autocaratterizzazione. Si tratta di una tecnica autobiografica proposta da George Kelly (1955) che mira ad interessarsi in modo diretto del sistema di costruzione personale del cliente, cioè ai modi in cui il cliente capisce e interpreta e, in ultima analisi, rappresenta se stesso. Si tratta di un breve esercizio scritto in cui si è invitati a descrive se stesso e può trovare applicazione in ambito clinico, psicoeducativo e di formazione.

Obiettivi

Al termine del corso gli studenti otterranno:

  • MAGGIORE AUTOCONOSCENZA PERSONALE
  • CONOSCENZA DI UNO STRUMENTO CLINICO
  • MOTIVAZIONE AD UN LAVORO CON I PAZIENTI IN FUTURO

Bibliografia

(2000) R. FRAMBA, L’Autocaratterizzazione. In Lorenzini R, Sassaroli S., La mente prigioniera. Milano: Raffaello Cortina Editore.

(2003) Armezzani – Grimaldi – Pezzullo, Tecniche costruttiviste per la diagnosi psicologica. Ed. Mcgraw-hill

(2008) R. FRAMBA, L’autocaratterizzazione nei pazienti ansiosi. In Incerti A., Scarinci A., (a cura di) “Accertare l’ansia” . Trento: Ed. Erickson

(1955). Kelly, G.A. , Self Charaterization in The Psychology of Personal Constructs. New York: Norton