La comunicazione assertiva in ambito universitario

Tutti almeno una volta abbiamo avuto una discussione con un compagno di corso, con un coinquilino o perché no, anche con un docente. Questo perché si trascorrono un buon numero di ore della giornata all’interno dell’ambiente universitario, rapportandosi con persone con differenti caratteri, idee e modi di agire e pensare. Per questo è importante riuscire ad avere una comunicazione efficace, che ci permette di gestire al meglio le occasioni di conflitto, le incomprensioni o le tensioni.

Tutti noi comunichiamo ogni giorno in continuazione, eppure, in pochi si sono mai fermati a ragionare sul proprio modo di comunicare.

Impariamo ad essere assertivi! Ma cos’è l’assertività?

Quando si parla di assertività è necessario chiarire quali siano gli stili comunicativi. Tradizionalmente si parla di stile aggressivo, stile assertivo e stile passivo. Ognuno di questi stili è caratterizzato da pensieri, emozioni, atteggiamenti e comportamenti.

Lo stile comportamentale assertivo è caratterizzato dalla possibilità di scegliere liberamente come agire, in relazione ai propri desideri e bisogni e contemporaneamente nel rispetto dei diritti delle altre persone.

Nelle relazioni interpersonali, gli individui possono però mettere in atto un comportamento passivo, in cui la persona abdica ai propri bisogni e alle proprie opinioni per privilegiare quelli degli altri, ad esempio passare sempre gli appunti ad un compagno che salta regolarmente le lezioni, senza riuscire a dire “No” o a far notare a quest’ultimo che il suo comportamento non è corretto.

L’intenzione può essere quella di mantenere un clima positivo e di essere disponibile, ma dire sempre “Sì” può anche rovinare le relazioni e spingere gli altri ad approfittarsi di noi. Ancora peggio, può farci stare male perché i nostri bisogni finiscono sempre in secondo piano.

Chi adotta invece un comportamento aggressivo riesce a realizzare i suoi desideri, ma il modo di perseguire i propri obiettivi viene portato avanti a spese delle altre persone. Queste persone insultano direttamente, criticano o ci sminuiscono.

Questi ultimi due comportamenti possono creare problemi di tipo comunicativo e relazionale.

La comunicazione assertiva è rivolta al miglioramento delle relazioni interpersonali che avvengono con frequenza quotidiana nei confronti della famiglia, degli amici, dei conoscenti, dei colleghi o di qualsiasi persona con la quale si scambia un eventuale tipo di conversazione.

L’obiettivo è quello di migliorare le relazioni sociali, soprattutto in quei contesti, come quello universitario, in cui è frequente che le relazioni siano conflittuali e che le esigenze – nostre e degli altri – siano in contrasto.

L’assertività è un elemento centrale delle abilità di comunicazione. Essere assertivi significa saper esprimere le proprie idee, le proprie convinzioni, le proprie esigenze e i propri stati d’animo in modo sincero, diretto e non aggressivo mantenendo nel contempo una positiva relazione con gli altri. Si tratta di un comportamento che promuove l’eguaglianza nelle relazioni umane.

Per essere assertivi occorre essere capaci di:

  • identificare i propri bisogni, desideri ed emozioni così come quelli degli altri
  • comunicare i propri bisogni e sentimenti in modo fermo e gentile
  • essere consapevoli dei propri diritti e quindi avere rispetto per sé e per gli altri
  • mantenere una buona relazione con gli altri

I vantaggi a breve termine, che permettono il mantenimento del comportamento assertivo possono essere riconducibili alla soddisfazione della necessità delle persone di esprimere i propri bisogni e di avere un ruolo costruttivo nella relazione sociale. A lungo termine la coerenza con sé stessi permetterà una serenità nella relazione con il sé e la chiarezza nei confronti degli altri permetterà la costruzione di rapporti interpersonali veritieri.

A cura della dott.ssa Ilaria Amalfitani, psicoterapeuta Servizi Clinici Universitari SFU Milano

scu@milano-sfu.it – 0236741324


Bibliografia e fonti

F. Baggio (a cura di), Assertività e training assertivo. Teoria e pratica per migliorare le capacità relazionali dei pazienti.